55° Anniversario Frecce Tricolori 2015 - Typhoon Spotter Aviation Photography - Fotografia Aeronautica di Manifestazioni Aeree Italiane ed Estere, Frecce Tricolori e molti altri velivoli - Eurofighter Grosseto

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

55° Anniversario Frecce Tricolori 2015


Raccontare quello che è avvenuto  il 5 e 6 Settembre sulla base Aerea di Rivolto non è impresa da poco,  sia per l'importanza e la grandezza dell'evento, ma anche per l'enorme quantità di eventi che l'Aeronautica Militare ha organizzato per il 55° Anniversario delle Frecce Tricolori e per l'11° Raduno Piloti Pattuglie Acrobatiche.

In entrambe le giornate, fin dalle prime ore della mattina, l'aeroporto di Rivolto è stato letteralmente preso d'assalto da centinaia di migliaia di appassionati, di famiglie, di Club Frecce Tricolori e di semplici cittadini che amano la Pattuglia Acrobatica Nazionale e che non potevano e non volevano mancare ad un appuntamento così  importante denso di esibizioni di velivoli italiani e stranieri come avviene solo nei grandi Air Show mondiali.

A terra la mostra statica è stata allestita in maniera da permettere a tutti di toccare con mano gli aerei e gli elicotteri che normalmente fanno stare con il naso all'insù e la presenza dei piloti vicino ai mezzi esposti ha consentito ai più curiosi di sbizzarrirsi con tutte le domande e le curiosità del caso.

Ad aggiungere ulteriore  lustro alle celebrazioni della PAN  è stata la presenza in base degli 8 astronauti italiani che per la prima volta si sono ritrovati tutti insieme durante un evento mediatico così importante.

Logicamente la parte più interessante ed emozionante di questa due giorni aviatoria è stata quella che si è svolta  in cielo per quasi 8 ore di esibizioni ininterrotte.
Come non mettere in evidenza la "rumorosa" ma entusiasmante esibizione del MIG-29 polacco, o l'estrema manovrabilità dell'elicottero d'attacco olandese AH-64D Apache che si è esibito in looping e tonneau, manovre normali per un caccia militare ma non certo per una macchina ad ala rotante. Rimanendo nel campo dei Solo Display come sempre il Reparto Sperimentale Volo non delude e la spettacolare dimostrazione del Typhoon e dei nuovissimi M-346 e AW-149 hanno lasciato tutti a bocca aperta per la precisione e la pulizia delle manovre eseguite.

L'Aeronautica Militare ha poi messo in campo tutte le sue forze. Dopo il lancio degli incursori, avvenuto dal sempre valido HH-212, si è passati ad un attacco simulato alla base da parte di due AMX seguiti da due Tornado con ali a freccia massima e postbruciatore inserito, una vera gioia per i timpani degli appassionati. Si sono susseguiti poi nel cielo campo di Rivolto prima un KC-130J, che simulava il rifornimento in volo del nuovo elicottero del 15° Stormo di Cervia HH-101 CAESAR,  seguito dal Tanker KC-767 con una formazione di due Tornado, due AMX e due Typhoon. Interessante poi la dimostrazione SAR dell'elicottero HH-139 CSAR che da poco tempo ha preso il posto dell'HH-3F ormai in pensione.

Nota di rilievo per la "Formazione Legend" composta da 1 T6 Texan, 1 FIAT G-59, 1 MB-326, 1 MB-339A, 1 MB-339CD ed 1 M-346 che di fatto sono la storia della scuola di volo militare in Italia dal 1950 ad oggi.

Bello  e coreografico poi il passaggio in "formazione larga" dello SPAD XIII e di due Typhoon del 10° Gruppo del 36° Stormo di Gioia del Colle, entrambi con codici di reparto 36-10 e Cavallino Rampante, emblema di Francesco Baracca, a fare bella mostra sulle loro code. L'antico ed il moderno che si passano le consegne.

Vere protagoniste dell'Air Show erano naturalmente le pattuglie acrobatiche.
Precisa e puntuale come sempre l'esibizione della Patrouille de France, mentre gli spagnoli  della Patrulla Aguila ormai non hanno nulla da invidiare alle più vecchie ed esperte pattuglie. Sempre bellissimi da vedere gli F-5, che sono i velivoli sia della Patrouille de Suisse che deii Turk Yildizlari. Godibili, anche se meno emozionanti della pattuglie acrobatiche più blasonate, sia i finlandesi dei Midnight Hawks che i polacchi dell'Iskry Team. Novità di rilievo la pattuglia Royal Saudi Hawks che con i loro 7 velivoli inglesi Hawks ci hanno piacevolmente stupiti con formazioni precise e figure nuove per noi europei.  In mezzo a tutte queste pattuglie acrobatiche a jet spiccano i Royal Jordan Falcon che con il loro Extra 300 riescono ad esibirsi in un programma intenso ed emozionante nonostante l'elica non consenta grandi velocità.

La chiusura di entrambe le giornate è logicamente spettata ai festeggiati e le Frecce Tricolori anche questa volta non hanno tradito le aspettative del pubblico presente. Intensi e precisi tutti i passaggi e tutte le trasformazioni della formazione, per non parlare dell'esibizione nell'esibizione da parte del solista.
Rivolto è stata anche l'occasione per dare il nome alla nuova figura acrobatica, la "Scintilla Tricolore", che la PAN ha inserito nel programma quest'anno proprio per festeggiare i suoi 55 anni di vita.
Un modo diverso ed indelebile per ricordare un anniversario così importante.

In chiusura di questo brevissimo reportage vorrei ringraziare l'Aeronautica Militare per aver organizzato, il giorno 4 settembre, uno Spotter Day dove tutti gli appassionati come me hanno potuto seguire da vicino gli arrivi e le prove di moltissimi velivoli presenti in base per i festeggiamenti dei 55 anni di vita della nostra Pattuglia Acrobatica Nazionale.

 

Foto di Alessandro Fucito

 
© Typhoon Spotter Aviation Photography - Tutti i diritti riservati - All rights reserved -
Cookie Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu