Capacità AIRLIFT dell'Aeronautica Militare - Typhoon Spotter Aviation Photography - Fotografia Aeronautica di Manifestazioni Aeree Italiane ed Estere, Frecce Tricolori e molti altri velivoli - Eurofighter Grosseto

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Capacità AIRLIFT dell'Aeronautica Militare


Una Forza Aerea professionalmente preparata, tecnologicamente avanzata, flessibile, snella e proiettabile!
Questa è la linea guida che l'Aeronautica Militare sta seguendo da anni allo scopo di poter assolvere i propri doveri istituzionali, facendo fronte alle esigenze di un Paese inserito in contesti di alleanze, relazioni e rapporti come lo è la nostra Nazione.

Presso la Base Aerea di Pisa, il giorno 5 Dicembre scorso, in occasione all'evento "Military Airlift 2012" si è tenuta una dimostrazione di utilizzo dei velivoli da trasporto dell'Aeronautica Militare.
Tale evento ha fornito un quadro esaustivo della capacità di proiezione dell'Aeronautica Militare nei moderni scenari operativi ponendo, sotto un unico denominatore, requisiti di flessibilità, agilità e rapporto costo/efficacia nel contesto delle attuali operazioni militari ed umanitarie come nel caso di: calamità naturali, crisi internazionali, esfiltrazione di connazionali da zone di crisi, ecc.


“Multifunzionalità”, è il moderno concetto di trasporto aereo, che considerato nella sua globalità anche strategica, presuppone il poter proiettare personale, mezzi e materiali anche su grandi distanze, in zone ostili e geograficamente difficili da raggiungere, beneficiando di un'assoluta libertà operativa laddove se ne presentasse la necessità, sia in contesti prettamente militari sia in supporto alla Protezione Civile, il tutto sicuramente riassumibile in un semplice motto “Ovunque e in Qualsiasi Condizione”

 


Nonostante i tagli di bilancio, i  velivoli da trasporto dell'Arma Azzurra attualmente in linea, consentono un'ottimale economia d'impiego, unita ad una maggiore interoperabilità e flessibilità, garantendo efficacia e credibilità a tutto l'apparato militare sia in Italia che all'estero.

Protagonisti dell'evento "Military Airlift 2012" sono stati il personale ed i velivoli del 14° Stormo "Sergio Sartoff" (basato sull'aeroporto di Pratica di Mare - RM -) e della 46° Brigata Aerea "Silvio Angelucci" (basata sull'aeroporto di Pisa).
Il 14° Stormo, dal 2011 al comando del Colonnello Luigi Riggio, è dotato dei velivoli Boeing KC-767A e Piaggio P-180.
La 46° Brigata Aerea, dal 2012 al comando del Generale B.A. Aurelio Colagrande, è dotata dei velivoli Lochkeed C-130J, C-130J-30, KC-130J ed Alenia C-27J.
I suddetti mezzi (KC-767A, C-130J e C-27J) costituiscono i tre assetti multiruolo e multimissione dell'Aeronautica Militare.
La complementarietà e l'interoperabilità tra i vari velivoli garantiscono una risposta rapida e determinante a livello tattico e strategico; con una sola missione il KC-767A consente, consumando la metà del suo predecessore Boeing B-707T/T, di conseguire più obbiettivi come rifornire in volo, trasportare truppe e materiali, impiegando un solo velivolo laddove ne sarebbero serviti due o più.
Qualità e professionalità sono aspetti imprescindibili e per far sì che l'uomo, inteso come elemento determinante per l'efficacia e l'efficienza dell'Aeronautica Militare, riceva un addestramento consono ai mezzi che dovrà utilizzare ha sede, presso l'aeroporto di Pratica di Mare, il Centro Addestramento Equipaggi "Multi Crew", compito primario del centro è quello di svolgere la fase preparatoria di conversione operativa per tutto il personale navigante.



Tale fase, della durata di circa 2 mesi, consente ai piloti frequentatori di affrontare la successiva fase di pronto impiego presso i Reparti Operativi con la massima professionalità. A questo scopo il Centro si avvale di istruttori esperti capaci di trasmettere il proprio bagaglio tecnico ed umano necessario a completare l'iter addestrativo.
L'addestramento consta di una fase teorica ed una pratica al simulatore. In quella teorica vengono affrontate sia materie inerenti la tecnica sia quelle attinenti la gestione del cockpit. Segue poi la fase pratica al simulatore, dove i frequentatori possono gestire situazioni qualsiasi in scenari discussi ed analizzati in fase teorica.
Presso la 46° Brigata Aerea di Pisa è presente il Centro Addestramento Equipaggi per il personale navigante sui velivoli C-130J e C-27J.


Si ringrazia lo Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare Italiana, il Comandante del 14° Stormo Col. Luigi Riggio, il Comandante della 46° Brigata Aerea Gen. B.A. Aurelio Colagrande, il Cap. Erminio Englaro Ufficio Pubblica Informazione ed il personale dei Reparti partecipanti all'evento per l'attenzione e l'opportunità riservateci.

Di seguito la photogallery completa
Foto  di Gabriele Pisicchio e  Stefano Duranti

 
© Typhoon Spotter Aviation Photography - Tutti i diritti riservati - All rights reserved -
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu